Medicina tattica per forze di polizia

Presso la Scuola del corpo della Polizia Locale di Milano, sede dell’Accademia Regionale, il 3 Dicembre si è tenuto il primo corso di Medicina tattica per le forze di Polizia. In questo primo incontro, si è parlato in special modo della Polizia Locale, adattando la materia in base alle sue peculiarità.

L’incontro ha illustrato le fasi principali in cui viene progettato l’addestramento, suddividendo tre tronconi principali:

  • Care under fire (autosoccorso o soccorso del compagno sotto l’azione del fuoco nemico);
  • Tactical field care (primo soccorso effettuato al riparo dal fuoco nemico);
  • Tactical evacuate care (evacuazione per l’effettuazione di cure mediche specializzate).

L’incontro è proseguito illustrando tecniche e materiali specifici per le attività di autosoccorso e di soccorso nelle condizioni sfavorevoli del combattimento, dal metodo MAR (metodo speditivo per valutare l’entità della perdita ematica causata dall’emorragia), ai vari modelli di tourniquet, alle tecniche di riduzione delle lesioni da pneumotorace e di contenimento delle emorragie provocate da ferite profonde da scheggia od arma da taglio.

Le presentazioni, i filmati e le immagini (reali ed a volte anche molto cruente) hanno dato ai partecipanti una prima idea delle tecniche, che sono regolate dal protocollo TCCC ed annualmente vengono aggiornate.

La materia è molto interessante, sicuramente utile e va pensato un costante addestramento ed aggiornamento, a favore della sicurezza degli operatori di Polizia Locale a cui vengono chiesti gli stessi impegni delle forze di polizia nazionale e corrono gli stessi rischi.

condividi questa pagina!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Tumblr
Pubblicato in Senza categoria

News recenti